Presentazione

Con un evento straordinario, realizzato in occasione del centenario della morte di uno dei suoi più importanti esponenti, la liuteria bolognese vuole coinvolgere il visitatore in un racconto avvincente attraverso i secoli della propria storia.


Partendo dal Medioevo, la vasta iniziativa espositiva e didattica di cui questo catalogo è parte, ne disegna, infatti, un grande affresco che giunge fino ai nostri giorni. In particolare nel secolo XIX la città di Bologna ha rappresentato un centro di innovazione musicale di particolare rilievo, specialmente per quanto riguarda il repertorio da camera per strumenti ad arco, si è distinta come sede importante per la didattica di tali strumenti e per la loro costruzione generando solide basi all'attività musicale del '900. Figure prestigiose di concertisti, insegnanti, insigni liutai, ormai conosciuti in tutto il mondo, fanno parte della nostra storia.

Sotto questo profilo, il livello internazionale proprio della liuteria bolognese contemporanea, premia anche l'impegno che, con il sostegno delle istituzioni, vede protagonista da oltre vent'anni la CNA Bologna.
In effetti, è nei primi anni '80 che CNA Bologna, cogliendo aspetti di progressiva emarginazione dei mestieri di artigianato artistico che hanno presieduto alla caratterizzazione della città fin dalla nascita, mise a fuoco una serie di azioni per salvaguardare le migliori tradizioni di questo artigianato minacciato anche da un difficile ricambio generazionale e pertanto da possibile oblio di tecniche e di un patrimonio di conoscenze culturali e professionali straordinarie.


Da allora ad oggi si sono susseguite molteplici attività: corsi di formazione, mostre, cataloghi, vetrine, marchi, siti internet; tutte hanno avuto l'obiettivo e il merito di sviluppare le condizioni per far sì che l'artigianato artistico sia in grado di contribuire allo sviluppo del nostro territorio, e sia una presenza viva a Bologna ancora oggi, capace come nel suo nobile passato, di riflettere l'identità della città, le sue tradizioni, come le sue tensioni innovative.

Nel campo della liuteria, il lento perdersi della trasmissione di esperienza e di cultura manuale e orale, originò per Ecipar, l'ente di formazione di CNA Bologna, un ambito di intervento specifico rivolto ai giovani che potè godere della straordinaria personalità del maestro Otello Bignami ed è sfociata nella "bottega di transizione", ovvero una bottega collettiva di passaggio dalla formazione al lavoro autonomo, una esperienza inedita resa possibile anche grazie alla sensibilità degli enti pubblici.

Allievi di ieri sono tra gli affermati liutai protagonisti di questa eccezionale manifestazione, una proiezione nel futuro di un mestiere che è indubbiamente una forma d'arte - che ha avuto a Bologna grandi maestri capaci di regalare al mondo strumentale manufatti così perfetti da meravigliare, sonorità frutto di segreti e di sensibilità rare.

Dott.ssa Loretta Ghelfi